I Love Radio Rock

 

 

IMG5076.JPG

ASTI MUSICA XXII EDIZIONE

15/06/2017, 14:41

ASTI-MUSICA-XXII-EDIZIONEASTI-MUSICA-XXII-EDIZIONEASTI-MUSICA-XXII-EDIZIONE

6 - 16 Luglio 2017 Asti Piazza Cattedrale

La Terra degli Dei Vinovo

15/06/2017, 13:52

La-Terra-degli-Dei-Vinovo

17 Giugno al 16 Luglio 2017

IL FESTIVAL DEL MINOLLO

09/05/2017, 14:28

IL-FESTIVAL-DEL-MINOLLO-

20 MAGGIO ore 20,00

15/06/2017, 14:41

musica,asti,piazza cattedrale,luglio



ASTI-MUSICA-XXII-EDIZIONE
ASTI-MUSICA-XXII-EDIZIONE
ASTI-MUSICA-XXII-EDIZIONE


 6 - 16 Luglio 2017 Asti Piazza Cattedrale



XXII EDIZIONEASTI MUSICA6-16 LUGLIO 2017ASTIPiazza Cattedrale//www.astimusica.info/ 
La ventiduesima edizione di un festivalormai storico nel panorama nazionale Tra gli ospiti Stefano Bollani, Rovazzi,Ghali, Fiorella Mannoia, Tre Allegri Ragazzi Morti, Soul System e AntonellaRuggiero 
Direttore artistico il giornalista ecritico musicale Massimo Cotto
 Prevendite su TicketOne, Piemonte Ticket,Ciao Tickets e Ticket24Ore 
Torna dal 6 al 16 luglio nella splendidacornice di Piazza Cattedrale ad Asti, organizzato da Comune di Asti e Asp (AstiServizi Pubblici) e con la direzione artistica di Massimo Cotto, Asti Musica.Un festival che, giunto alla sua ventiduesima edizione, si colloca ormai apieno titolo come uno degli eventi musicali dell’estate più importanti non soloa livello regionale ma anche nazionale, avendo ospitato nel corso della suastoria molti tra i più importanti artisti italiani ed internazionali. Anchequest’anno, come da tradizione, l’offerta sarà trasversale. Da Fiorella Mannoiaa Stefano Bollani, passando per i nuovi alfieri del rap Ghali e Vega Jones, unpilastro della scena alternativa nostrana quali i Tre Allegri Ragazzi Morti, ilfenomeno dell’ultimo anno Rovazzi ed i Soul System che si sono aggiudicatil’ultima edizione di X-Factor, fino ad arrivare alle atmosfere raffinate diAntonella Ruggiero, al talento del bluesman statunitense Zac Harmon, allafreschezza di Maldestro e ai Lou Dalfin, veri portabandiera della musicaoccitana. Infine, nell’ambito di Asti Musica, Piazza Cattedrale ospiterà "AstiGod’s Talent". La rassegna ha il supporto di Banca di Asti, Fondazione Cassa diRisparmio di Asti, Iren.  "Sarà un altro luglio bollente, adAstimusica - racconta il direttore artisticoMassimo Cotto -.  Un’edizione ridotta nel tempo per poter concentrare meglio la grandezzadella musica, la magia del pianoforte, lo splendore delle storie,l’insuperabile commozione della voce che si alza nel silenzio, la voglia distare insieme in piazza Cattedrale. Abbiamo i nomi per un grande cartellone, mapreferisco non citarli. Perché uno dei segreti di Astimusica è sempre statol’insieme. Si vince con il grande nome, ma, ancora di più, si vince nel nomedella grande musica. Godiamoci questo festival. Non ce ne sono tanti di cosìbelli, in Italia. Ed è nostro, nella nostra Asti. Chi non ne va fiero, non hacapito niente".AstiMusicaprenderà il via giovedi 6 luglio,con l’energia dei Lou Dalfin in unaserata ad ingresso gratuito tutta da ballare. Nata nel 1982, la band è un veroe proprio fenomeno di costume che ha reso contemporanea la musica occitana:merito di una contaminazione irresistibile di tradizione delle Valli Occitane,rock, jazz e reggae. Così i Lou Dalfin hanno conquistato i festival, le piazzerock e folk di tutta Europa ed i principali club italiani. I Lou Dalfinpresenteranno il recente album "Musica endemica", uscito nel 2016 con laproduzione artistica di Madaski (uno dei fondatori degli Africa Unite). 
Venerdì 7 luglio sul palco del festival astigiano salirà Rovazzi (ingressi 12€ - ragazzi fino a 16 anni € 10). Vero eproprio fenomeno del web, youtuber e con oltre mezzo milione di fan sufacebook, il suo brano "Andiamo a comandare" è diventato a pieno titolo iltormentone del 2016, fino a fargli conquistare il disco di platino. Sulla sciadi questo successo ha pubblicato a dicembre 2016 "Tutto molto interessante",che in pochi mesi ha raggiunto 95 milioni di visualizzazioni su youtube. Inapertura di serata Cugi.  
Sabato 8 luglio in PiazzaCattedrale risuoneranno le note di una delle voci più rappresentative delpanorama musicale italiano, FiorellaMannoia (ingressi € 35-25). L’artista arriva ad Asti dopo il successo delbrano "Che sia benedetta": al secondo posto al Festival di Sanremo, si sonoaggiunti il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla e il Premio Bardotti per ilmiglior testo. Per la cantante romana, quella di Asti sarà una delle tappedella seconda parte di "Combattente Il Tour" che la porterà con lasua band nelle piazze, nelle arene e nei festival di tutt’Italia, in un liveche è un viaggio nella grande musica d’autore, dalle ultime canzoni dell’album"Combattente" ai tanti successi di una straordinaria carriera.  Domenica 9 luglio, nell’ambito di Asti Musica, Piazza Cattedrale ospiterà Asti God’s Talent (ingresso gratuito), il talent show per corioratoriani organizzato dalla Pastorale Giovanile Diocesana, con Paolo Contepadrino della manifestazione.
 Lunedì 10 luglio spazioa Maldestro (ingresso gratuito), unadelle rivelazioni della scena cantautorale italiana degli ultimi due anni, chenell’edizione 2017 del Festival di Sanremo si è aggiudicato il Premio dellaCritica Mia Martini con il brano "Canzone per Federica".  Un premio che va ad arricchire un palmaresgià ricchissimo, che comprende il Premio De Andrè, il Premio Ciampi eMusicultura. Maldestro presenterà il suo nuovo album "I muri di Berlino". Primadi lui spazio per due delle giovani realtà più interessanti dell’astigiano. Losburla, nome d’arte di RobertoSburlati e anch’egli già vincitore del Premio De Andrè, presenterà il suosecondo album "Stupefacente", che vanta la produzione artistica di CarmeloPipitone dei Marta Sui Tubi. Ad aprire la serata penserà Solotundra, al secolo Andrea Anania, che con il suo secondo album"Live Music, Dead People" ha fatto gridare al miracolo la criticaspecializzata.
Martedì 11 luglio, direttamente da Jackson - Mississipi, arriverà ad AstiMusica il bluesman Zac Harmon(ingresso gratuito). Sua madre suonava il piano e il padre, primo farmacistanero in quella città e armonicista blues, si prendeva cura dei bisogni diartisti come Muddy Waters, BB King, Tina Turner. In questo contesto intriso dicultura e musica blues, Harmon ha sviluppato il suo gusto e le sue capacitàmusicali.  La miscela unica di blues,reggae, soul e gospel, l’inconfondibile suono della chitarra e la sensazionalevoce, sono tratti distintivi che fanno di Harmon un vero ambasciatoreinternazionale del blues.
Mercoledì 12 luglio il palco della rassegna piemontese sarà invaso dallagenalità di Stefano Bollani(ingressi € 20). Compositore, pianista acclamato alivello internazionale, colto e pop insieme, la sua cifra è quelladell’originalità e dell’eclettismo che gli permette di  passare senzadifficoltà dal jazz alla classica senza soluzione di continuità, esibendosi perentrambi sui palchi più famosi del mondo. Nel suo "one man show" tuttopuò accadere: non esiste alcuna scaletta, nessun programma di sala a cuiaggrapparsi per seguire il succedersi dei brani. Lo spettatore è trascinato inun’avventura ogni sera diversa, un viaggio a perdifiato attraverso orizzontimusicali solo apparentemente lontani. Così si può passare da Bach ai Beatles,da Stravinskij a ritmi brasiliani, con improvvise incursioni nel pop o nelrepertorio italiano degli anni Quaranta. In questo vero e proprio flusso dicoscienza musicale, il riso e l’emozione si mescolano. Una cosa è certa, allafine del concerto sarà il pubblico a decidere il bis: Bollani esegue sulmomento i pezzi richiesti.
Giovedì 13 luglio i protagonisti della serata saranno i Tre Allegri Ragazzi Morti (ingresso gratuito), un vero e propriopilastro della scena alternativa italiana. Sono il trio "mascherato più famosod’Italia". In oltre 20 anni di musica, quella dei TARM è una strana storia dipiù di 100 canzoni e oltre 1000 concerti, ma anche quella della costruzione diun immaginario che ha affascinato e coinvolto almeno tre generazioni. La bandarriva ad Asti sulla scia del recente "Inumani" (2016), che vede lapartecipazione di Jovanotti e tanti amici, da Il Pan del Diavolo a VascoBrondi. Prima di loro ci sarà spazio per altre due band de La Tempesta Dischi,l’etichetta dei TARM, Lo Straniero (ensemblein parte astigiano) che presenterà l’omonimo disco d’esordio uscito nel 2016, egli Od Fulmine, formazione cheunisce rock e cantautorato e in cui militano componenti di Meganoidi, Numero 6ed Esmen.
Venerdì 14 luglio sarà il momento diGhali e Vega Jones (Ingressi €12 in prevendita; € 15 alla cassa), che conuna rapidissima ascesa negli ultimi due anni si sono affermati tra gliesponenti di spicco della scena rap italiana. Ghali, pseudonimo di GhaliAmdouni, è un rapper tunisino di nazionalità italiana nato a Milano nel 1993.Con milioni di visualizzazioni su youtube, il successo arriva con il singolo"Ninna nanna" nel 2016, successo bissato quest’anno con "PizzaKebab", disco d’Oro. Vega Jones (nome d’arte di Matteo Privitera), si stafacendo conoscere sulla scia del suo nuovo album "Chic Nisello". Sedicitracce con diverse collaborazioni (da Emis Killa a Nitro e Fly), che in pocopiù di una settimana dall’uscita superano i 100 mila download e migliaia dilike sui social network. Sabato 15 luglio toccherà ai SoulSystem, freschi vincitori della decima edizione del talent show X-Factor. Dopoaver conquistato la certificazione Orocon il singolo d’esordio "She’slike a star", la band ha duettato con Sergio Sylvestre sul palco diSanremo, nella serata dedicata alle cover, e aperto uno dei concerti milanesidi Alvaro Soler. Asti sarà la terza tappa della tournée estiva del gruppo,costituito da quattro ragazzi di origini ghanesi, tutti nati e cresciuti tra Veronae Brescia, e un italiano.
Domenica 16 luglio il compito di chiudere il festival toccherà ad Antonella Ruggiero (ingresso libero),un’artista di raffinata eleganza con una voce eccezionale, già protagonista deipiù grandi successi dei Matia Bazar. Dopo aver lasciato la band, l’artista hacollezionato negli ultimi vent’anni una carriera solista di grande interesse,passando per "Amore lontanissimo" e "Sospesa" fino ad arrivare a percorsi disperimentazione sonora segnata dalla contaminazione tra diversi generimusicali. La Ruggiero arriverà ad Asti Musica sulla scia del recente "La vitaimprevedibile delle canzoni" (2015), in cui ha rivisitato il repertoriointerpretato dal 1975 al 2014. E’possibile acquistare i biglietti on lineper le serate a pagamento sui portali www.ticketone.it,www.piemonteticket.it, www.ciaotickets.com e www.ticket24ore.it. Leprevendite sono inoltre attive nei punti vendita territoriali del circuitoticketone.it e nelle seguenti città: -  Asti - Teatro Alfieri, via LeoneGrandi, tel. 0141.399057-0141.399040 (biglietteria aperta da martedì a venerdìore 10-17)-    Alfieri Foto, Piazza Astesano 22, tel.0141.320186-        Libreria Alberi d’acqua, via Rossini 1,tel./fax 0141.556270; Musiche Piazza Italia 11, tel. 0141.590558- Alba - Radio Guido, via VittorioEmanuele 17, tel. 0173.440298-  Alessandria - Gruppo Anteprima, piazza Garibaldi40, tel. 0321.250600 Pertutte le serate dei concerti a ingresso gratuito infine sarà attivo a partiredalle 19.30 l’apericena in PiazzaCattedrale.
  ILFESTIVAL  DIRETTOREARTISTICO Massimo CottoORGANIZZATOda Comune di Asti e ASP (Asti Servizi Pubblici)sottolo SLOGAN ASCOLTA LA MUSICA. ABBI CURADELLA TUA CITTA’.conil SUPPORTO di Banca di Asti, FondazioneCassa di Risparmio di Asti, IrenMEDIAPARTNER La Stampa DIREZIONEORGANIZZATIVA Gianluigi Porro UFFICIOSTAMPA Laura Nosenzo SITOWEB www.astimusica.info  Infoline: 371.3902989 Ufficio StampaLauraNosenzo - lauranosenzo@libero.it - +39 338 667 85 65 Libellula Music (radio, siti web emagazine specializzati)MarcoNotari Giovannone - marco@libellulamusic.it - +39 347 21 02 335AnnalisaDi Rosa - press3@libellulamusic.it - +39 347 92 79 860 SUL WEBwww.astimusica.info

            IL PROGRAMMA
  GIOVEDI 6  (ingresso libero)LOU DALFINIngressolibero
 VENERDI 7 (Ingressi€ 12; ragazzi fino a 16 anni € 10)ROVAZZI // Open act:     Cugi  
  SABATO 8 (Ingressi€ 35-25)FIORELLA MANNOIA
 DOMENICA 9(Ingresso libero)ASTI GOD’S TALENTOrganizzato dalla Pastorale Giovaniledella Diocesi di Asti
 LUNEDI 10(Ingresso libero)MALDESTRO // OpenAct: Losburla, Solotundra   MARTEDI 11(Ingresso libero)ZAC HARMON
MERCOLEDI 12(Ingressi € 20)STEFANO BOLLANIin collaborazione con il CircoloFilarmonico Astigiano e inserito in Monferrato Jazz Festival
GIOVEDI 13(Ingresso libero)TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI // Open act : Lo Straniero, Od Fulmine
VENERDI 14(Ingressi: € 12 in prevendita; € 15 alla cassa)GHALI e VEGAS JONES 
SABATO 15 (ingressolibero)SOUL SYSTEM DOMENICA 16 (Ingressolibero)ANTONELLA RUGGIERO
  Apericena in piazza a partire dalle 19.30 ai concerti a ingressolibero
15/06/2017, 13:52

mostra,vinovo,castello della Rovere,



La-Terra-degli-Dei-Vinovo


 17 Giugno al 16 Luglio 2017



LA TERRA DEGLI DEI (1ªedizione) CuratriceElena Piacentini  Dall’esperienzaestetica acquisita dalla visione della mostra Terra Provocata diBologna a cura di Matteo Zauli e Guido Molinari e dell’Evento LA TERRADEGLI DEI - Gli Artisti della Ceramica nel Centro Storico di Avigliana dell’estatescorsa si è compreso:"...come Ceramica e Arte si possanoincontrare. L’Arte individua nella materia ceramica veri e propri principi diricerca creativa, i punti di contatto non solo sono possibili ma ricercatidagli stessi artisti, che spesso operano delle vere e proprie incursionicreative nel territorio della ceramica." Bologna, 21gennaio 2016 - Comunicatostampa "Terra Provocata". Inquesto ambito è nata la forte esigenza di trasferire nell’anno 2017 la mostra LATERRA DEGLI DEI nel Castello della Rovere: un passo obbligato per la città di Vinovo che vide tra il 1760 e il 1815affermare, con il medico - chimico Vittorio Amedeo Gioanetti, la famaineguagliabile dell’invenzione di un particolare prototipo di ceramica a pastacompatta: una porcellana di alto valore estetico e qualitativo. Il polo Espositivodel Castello avrà così un incipit pregevole: l’arte dellaceramica verrà espressa e manifesta da una eccellenza artistica nazionale einternazionale formata da artefici contemporanei quali: Franca Baralis, Sandra Baruzzi, Giuliana Bellina, Tiziana Berrola,Enrica Campi, Antonio Capra, Claudio Carrieri, Giuliana Cusino , Piero eFrancesca Della Betta, Gian Genta, Sonia Girotto, Luciano Laghi, Marcello Mannuzza,Manuz, Guglielmo Marthyn, Andrea Nisbet, Chiara Nuti, Martha Pachòn, BrennoPesci, Carlo Pizzichini, Ylli Plaka, Ermes Ricci, Alberto Schiavi, Carlo Sipz,Luigi Stoisa, Sergio Unia, Nino Ventura, Massimo Voghera, Pietro Weber. Assessorealla Cultura di Vinovo Maria GraziaMidollini                                                                                                                      L’Assessoratoalla Cultura ha condiviso, con l’Amministrazione tutta, l’obiettivo dipromuovere attività e destinare spazi di proprietà comunale alla valorizzazionedel patrimonio storico e ambientale del territorio di Vinovo, inserito nel piùvasto orizzonte artistico piemontese. A tal fine ha individuato nel Castellodella Rovere il luogoideale che è indiscutibilmente la sede eccellente per la realizzazionedi iniziative artistiche, teatrali, musicali, letterarie, storiche, figurativee per tutto ciò che possa avere attinenza con la cultura.  "La terra degli Dei",prima importante esposizione di artisti contemporanei della ceramica a Vinovo, vuoleessere il modo più concreto per contribuire a realizzare questo obiettivo. Leopere di molti tra i più noti artisti del panorama piemontese e nazionale einternazionale di quest’arte, così antica ma in continua evoluzione, sarannoesposte nel chiostro e nelle splendide sale del piano nobile del nostroCastello.                                                                                                                                         L’esposizione vuole avere anche una forte connotazione simbolica perché idealmentecollegata ad un momento particolarmente significativo e propulsivo della storiadel Castello, la fine del 1700, in cui il medico e chimico Vittorio Amedeo Gioanetti, dotato di profonde conoscenzescientifiche accompagnate da una buona dose di genialità creativa fece diquesto luogo uno dei punti di riferimento di tutta la produzione di porcellanenazionale ed europea.Leopere esposte si propongono di riprendere questo periodo di straordinariaespressione culturale del castello e riproporlo in chiave moderna. Il desideriodi plasmare la materia trasferendo in essa pensieri, sogni, immagini ideali oltrealla capacità di modellarla per farne semplici oggetti di uso quotidiano, rivestononell’uomo di ogni tempo un fascino senza eguali.L’eventorappresenta oggi, un primo traguardo, in quanto frutto di un progetto maturatoattraverso un percorso di collaborazione e di condivisione tra l’Assessoratoalla cultura, l’Associazione "Amici del Castello" e alcuni cittadini vinovesi,amanti ed esperti di arte e di storia, che si sono costituiti nel gruppo dilavoro CO.ARTE sfociato successivamente nella "Consulta della Cultura del Comunedi Vinovo", ma costituisce anche nuova "linfa" per successive proposteespositive che vedranno la "materia" protagonista assoluta, attraverso le suemolteplici essenze: la ceramica, il legno, il vetro, il tessuto e altre ancora.Aspetto complementaree fortemente significativo di questo evento artistico sarà il coinvolgimento ditutti coloro che vorranno cimentarsi con l’affascinante universo dell’argilla.Verrà offerta l’opportunità agli studenti delle scuole e ad un pubblico adulto disperimentare la propria manualità e creatività in attività laboratoriali. Nel periodo antecedente la mostra saranno attuatiWorkshop con programmi specializzati - bambini, adolescenti, adulti - d’arteCeramica tenuti dagli stessi artisti espositori con la produzione di manufattieseguiti da tutti gli allievi e successivamente esposti in una salaappositamente allestita. La mostra sarà arricchita da visite guidate in linguaitaliana francese e inglese e da immagini e descrizioniesplicative.Ci auguriamo che questa proposta, oltrea creare sempre maggior consapevolezza e una condivisa presa di coscienza diuna delle più importanti risorse artistiche del nostro territorio, possarappresentare un’importante occasione per una lettura nuova e accattivante diuna produzione ceramica interessante e di grande pregio.


Titolo mostra:                       LA TERRA DEGLI DEI(1ª edizione)
Sottotitolo:                            Gliartisti della ceramica nel Castello della Rovere di Vinovo
Spazio:                                  Sale del Castello della Rovere diVinovo Piano NobileConferenza Stampa:            sabato 17 giugno 2017 ore 15Luogo:                                   SalaConferenze Piano Nobile  Vernice:                                sabato17 giugno ore 16
Luogo:                                   Piano Nobile del Castello dellaRovere
Durata mostra:                     dal 17 giugno al 16 luglio 2017Luogo Espositivo:                Chiostro e 4 Sale del Castello della Rovere diVinovo Piano Nobile
Orari di apertura:                 venerdì  e sabato 16 - 19domenica 10-12 / 16- 19
Organizzazione:                   Comune di Vinovo, ElenaPiacentini Catalogo:                              inmostra .
09/05/2017, 14:28

musica, live, festivaldelminollo, torino, musicaindipendente



IL-FESTIVAL-DEL-MINOLLO-


 20 MAGGIO ore 20,00



2007 - 2017 : 10 anni combattivi di musica indipendente italiana  
 
L’etichetta discografica indipendente I DISCHI DEL MINOLLO festeggia i primi dieci anni di attività : anni di incontri, rivelazioni e scommesse.  Dieci anni di passione, di musica alternativa e quindi non commerciale, economicamente non redditizia , vissuti con il semplice desiderio di non sentirsi più spettatore ma protagonista attivo, per poter finalmente dire "anche io c’ero" dando la possibilità a tanti musicisti atipici di poter pubblicare il loro disco di esordio.  Dieci anni di incontri, di rapporti umani, di amicizie, di rotture, di soddisfazioni e delusioni ... così come nella vita di tutti noi.  
 
Nella  data torinese del Festival, che farà tappa al Club Progetto Mayhem in Via Ettore Perrone 8, si darà spazio alle nuove ed ultime uscite, ad un djset curato interamente dagli artisti dell’etichetta, nonché ad un’esclusiva assoluta : la reunion dei Merçe Vivo, storica band torinese che si accomiaterà in maniera definitiva con un concerto d’addio proprio per questa occasione  
 
La serata sarà caratterizzata da suoni eterogenei ma fortemente indipendenti; queste le band presenti :  

Merçe Vivo nasce nel 2006, per opera del chitarrista e cantante LukaszMrozinski e del sassofonista e chitarrista Eros Giuggia, il primo EP "laportasiaprìconmoltorumore" esce nel maggio del 2006, ed è il primo lavoro nato dalla collaborazione in studio con Marco Milanesio. Luglio 2011 Merçe Vivo parte per la Francia dove in soli 4 giorni registra il nuovo album "lasortedelcanecheleccalalama" presso lo studio LA FUGITIVE di Parigi. Il 20 gennaio 2012 esce su etichetta I Dischi del Minollo"lasortedelcanecheleccalalama". Alla loro terza produzione i Merçe Vivo, vogliono raccontare la "consapevolezza della perversione che ci lega all’oggetto carnefice del nostro desiderio", parafrasando la poetica letteriaria del romanzo "Montedidio" dello scrittore napoletano Erri De Luca, a cui l’album è ispirato. Lodati dalla stampa di settore, appaiono come "un rock maledetto e notturno che profuma di spasmi improvvisi di jazz"

Deian & Lorsoglabro  Deian Martinelli nasce il 13 gennaio 1981 a Moncalieri, Torino. Da sempre all’avanguardia nell’uso delle tecnologie in disuso inizia a produrre chiazze di suoni e parole che vanno gradualmente raffinandosi fino a diventare bozze strumentali, filastrocche, ballate e anche canzoni in senso più classico, spaziando tra il serio e il faceto, dal sarcasmo all’intimismo, fino al surrealismo. Nel 2006 con Gabriele Maggiorotto alla batteria e Stefano Danusso al basso nasce Lorsoglabro, formazione che indirizza le canzoni di Deian verso un folk rock fortemente psichedelico. 

ZidimaDissonanze e distorsioni, atmosfere tese e vortici emotivi evocati ed esplicitati senza ritegno. Scivolano liberamente tra l’ozio e l’astio dalla fine degli anni ’90, tra cambi di formazione e di scenari, portando a spasso il frutto di una manciata di lavori, totalmente autoprodotti. 

Il Vuoto Elettrico Dopo l’esordio del 2015 torna il quintetto bresciano-bergamasco sotto la guida e la produzione artistica di XabierIriondo. Dopo i consensi di critica ottenuti con il precedente "Virale" (prodotto da Fabio Magistrali) "Traum" è un concentrato di feroce noise-core slabbrato e matematico catapultato nel 2017, costruito sul telaio di un concept legato alle stagioni della vita. Synth e distorsioni tra i Massimo Volume e i Fugazi, testi urticanti dalla dubbia interpretazione e senza compromessi. 

Danubio rock band piemontese che ha appena pubblicato il disco omonimo; dieci tracce che sintetizzano il percorso artistico inaugurato dal precedente EP "Cleo" (2014) e consolidato negli anni successivi,  "Danubio" non è solamente un LP, ma segna piuttosto il raggiungimento di una maggiore consapevolezza artistica per il quartetto cuneese. L’utilizzo di tempi dispari, la tessitura narrativa e la cifra stilistica dell’album sono frutto della meticolosa ricerca sonora e dell’accurata selezione della strumentazione, nei 10 mesi di pre-produzioni home made che ne hanno anticipato l’uscita.Il risultato sono dieci conceptsong il cui denominatore comune è il rock, declinato integralmente in lingua italiana. 

Zivago Il progetto Zivago nasce a Milano nel 2000. Riprendendo l’idea del songwriting come forma d’espressione semplice e diretta sviluppano composizioni attraverso arrangiamenti a metà tra acustica ed elettronica, in un percorso compositivo influenzato sia dal folk rock e dalla new wave anni 80 e 90, sia dalla tradizione melodica cantautorale italiana. 

L’inizio della serata è alle 20.00 con un buffet offerto dallo staff del Mayehm con i concerti acustici di Zivago e Deian & Lorsoglabro per poi continuare sul palco principale con i concerti ad alto voltaggio elettrico di Danubio, Il Vuoto Elettrico e Zidima e la grande conclusione con l’esibizione dei  Merçe Vivo. A seguire DJset.

FESTIVAL DEL MINOLLO @ CIRCOLO PROGETTO MAYHEM  Via Ettore Perrone, 8 - Torino  Apertura ore 20.00  Ingresso Riservato ai soci ARCI  All’ ingresso sarà richiesto un contributo artistico minimo di 3,00 €  

MEDIA PARTNER   RADIO CONTATTO  www.radio-contatto.it 
info : www.minollorecords.com / info@minollorecords.com 
 
 
 
 
 
 

 


13420
Create a website